L’obiettivo principale di un webinar – o di un evento di formazione online, o di presentazione di un prodotto o di un servizio – è di far sì che gli utenti coinvolti percepiscano di apprendere nuove e importanti informazioni; se le informazioni fornite sono già note ai partecipanti, è probabile che perderai presto il loro interesse. Per contro, se le informazioni che fornisci sono troppo complesse, potresti non riuscire a mantenere la loro attenzione.
Quando devi programmare un webinar in videoconferenza, valuta prima il livello di conoscenza dei partecipanti sul tema che verrà trattato. Prima di tutto, poniti un paio di domande:
• quali informazioni sono necessarie al tuo pubblico per ottenere il suo interesse?
• quali informazioni sono necessarie al tuo pubblico per convincerlo di aver ottenuto qualche vantaggio dalla partecipazione al webinar?
In altre parole, le due nozioni fondamentali da prendere in considerazione sono a) il livello di conoscenza dell’utente sull’argomento che sarà trattato nel webinar e b) il modo in cui deve essere informato su tale argomento.
Il primo step nella valutazione del livello di conoscenza su uno specifico tema è la corretta scelta del target di riferimento; l’organizzatore di un webinar, ancor prima di fissare il tema del webinar stesso, deve identificare nel modo più preciso possibile il gruppo di utenti a cui rivolgersi e di conseguenza predisporre i contenuti adatti a quel preciso target di riferimento.
Se l’obiettivo del tuo prossimo webinar è la presentazione di un nuovo prodotto, la conoscenza dei tuoi interlocutori a riguardo sarà certamente limitata: durante la presentazione, questo fattore ti consentirà di entrare maggiormente in dettaglio sulle specifiche del prodotto e sulle sue modalità di utilizzo. Qualora i tuoi utenti siano già sufficientemente informati sul prodotto, ovviamente dovrai tralasciare tutti i dettagli non necessari.
Il livello di conoscenza dei tuoi potenziali clienti sul tema del webinar condizionerà anche il modo in cui dovrai esporre i contenuti: le informazioni già note verranno fornite ad un ritmo più rapido e sostenuto rispetto a nozioni nuove, per le quali è consigliabile predisporre più slide o immagini per evidenziare maggiormente i concetti strategici.
Se l’utente possiede già il prodotto o utilizza già il servizio, il webinar dovrà focalizzarsi sul rafforzamento dei vantaggi e fornire informazioni su nuovi metodi per trarne ulteriori vantaggi.
Le sessioni di domande e risposte (Q&A) rappresentano un’ottima risorsa per valutare il livello di conoscenza dei partecipanti; durante un webinar, se gli utenti hanno sottoposto ai relatori poche domande, è probabile che l’argomento non abbia suffientemente stimolato il loro interesse; per contro, se i relatori hanno ricevuto molte richieste di chiarimento su argomenti relativamente semplici, è altamente probabile che le informazioni fornite durante il webinar siano state percepite dal pubblico come eccessivamente complesse, quindi al di sopra del livello di conoscenza dei partecipanti.
Se ottieni più domande simili tra loro, rielaborale, sviluppale e riutilizzale come argomento principale nel tuo prossimo webinar: in questo modo avrai già un’idea chiara del livello di conoscenza dei partecipanti.
Clicca qui se vuoi saperne di più sull’organizzazione dei tuoi webinar con SkyMeeting.

Antonio Sanguinetti

Autore Antonio Sanguinetti

Più post da Antonio Sanguinetti

Lascia un commento